Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2019

JHipster - Microservizi 1

Microservizi - 1 Introduzione In questo post descrivo come creare una architettura a microservizi con JHipster. Architettura Microservizio Il microservizio che andremo a creare deve avere totale autonomia ed essere auto-consistente. Questo dice la letteratura. In effetti il microservizio deve svolgere un servizio "completo" a livello di modulo di business logic. Ad esempio in un sistema complesso la gestione delle mail integrata. Quindi deve fornire servizi come l'elenco delle mail di uno specifico utente, crearne, cancellarne, inviarne di nuove. Per fare questo userà il database per accedere alla lista della mail dello specifico utente (che qui ipotizziamo stiano su un db). Questo quello che deve fare. Quello che NON deve fare è autenticare l'utente che gli invia le richieste. Quindi di questa fase se ne occuperà un altro modulo. L'autenticazione, in questo prototipo, avverrà mediante token JWT. Creaiamo il microservizio. Creato con

JHipster - Uso base

Cosa è JHipster è un "generatore di applicazioni" che fornisce tutto lo stack necessario ad implementare una applicazione web e/o a microservizi basata su Spring Boot e AngularJs. E' dotato di un marketplace di componenti già pronte: https://www.jhipster.tech/#modules E' dotato di uno strumento web per la modellazione dello schema E-R: https://start.jhipster.tech/jdl-studio/ Prerequisiti - Java 8  - Node.js (usare la versione LTS 64-bit) - NPM viene installato con Node.js ma va aggiornato      $ npm install -g npm - Per usare il JHipster Marketplace, installare Yeoman:       $ npm install -g yo Uso base Gli step, presi dal sito ufficiale sono questi: 1. Installare JHipster:       $ npm install -g generator-jhipster 2. Crea una nuova directory ed entra dentro questa:   $ mkdir myApp   $ cd M yApp 3. Eseguire JHipster e seguire le istruzioni sullo schermo:   $ jhipster Nota: in fase di sviluppo impostare a "No&qu